DOAJ (Directory of Open Access Journals)

DOAJ (Directory of Open Access Journals) è un’organizzazione indipendente no profit gestita da Infrastructure Services for Open Access (IS4OA).  Alla comunità partecipano biblioteche, editori e altre organizzazioni che sostengono l’accesso aperto. DOAJ si mantiene interamente con le donazioni volontarie di sostenitori e sponsor.
La piattaforma, lanciata nel 2003, dall'University Lund Library (Svezia)
, con appena 300 riviste ad accesso aperto, oggi, contiene oltre 16.500 riviste ad accesso aperto sottoposte a revisione paritaria che coprono tutti i settori della scienza, tecnologia, medicina, scienze sociali, arti e delle discipline umanistiche. Lo scopo principale del progetto è quello di individuare e indicizzare tutti i journal scientifici e accademici Open Access che utilizzano un sistema di controllo della qualità, a garanzia dei contenuti pubblicati, ovvero:

  • presenza di ISSN, di comitato editoriale e di periodicità di pubblicazione
  • presenza di un sistema di peer-review o, soprattutto per i journal del settore humanities, di un sistema di controllo dei contenuti da parte di editor o editorial board
  • indicazioni chiare sulla composizione e le affiliazioni dell’editorial board
  • indicazioni chiare sulla policy Open Access adottata, su eventuali fee da pagare in fase di pubblicazione, facile reperibilità delle informazioni per gli utenti sul sito web.

Qualunque editore può fare domanda di inclusione nella banca dati, a prescindere dalla disciplina, dalla collocazione geografica e dalla lingua. La comunità DOAJ effettua la verifica di qualità sulla rivista e la sua conformità ai requisiti richiesti per l’immissione nella banca dati. Sono considerati Open Access i journal che adottano un modello economico che non incide sui lettori e sulle loro istituzioni per l’accesso ai contenuti, ed è considerato obbligatorio, per i journal inseriti nella directory, il diritto degli utenti a «leggere, scaricare, copiare, distribuire, stampare, cercare o linkare il full text degli articoli».
DOAJ può essere utilizzato, sia come database bibliografico attraverso cui accedere anche al full text degli articoli sia come strumento a supporto delle strategie di pubblicazione Open Access del ricercatore o di un’istituzione. In tal senso, può essere utile, per esempio, per:

  • controllare se un journal rispetta alcuni requisiti e criteri considerati indicatori di qualità
  • conoscere quali journal Open Access esistono e vengono pubblicati in una determinata disciplina
  • individuare solo i journal Open Access che non chiedono nessun article processing charge all’autore o all’istituzione
  • individuare il tipo di licenza Open Access attribuita agli articoli pubblicati (Creative Commons, Licenza propria dell’editore, altro tipo di licenza).

Come usare DOAJ: dalla home page di DOAJ è possibile effettuare una ricerca su journals e articles open access utilizzando uno dei seguenti campi: titolo, ISSN, soggetto, editore, keywords, paese di pubblicazione, lingua della rivista, abstract, DOI, ORCID, autore, lingua. A sinistra dello schermo sono presenti i campi utilizzabili per filtrare i risultati della ricerca, affiancati da alcune informazioni sintetiche su ogni rivista. Cliccando sul titolo si apre la scheda complessiva nella quale sono indicati i metadati della rivista, le licenze, il copyright, gli identificatori assegnati agli articoli e le informazioni sui costi, se richiesti, per la pubblicazione in accesso aperto.

Area disciplinare: 

Accesso: 

Libero

Editore: 

Infrastructure Services for Open Access (IS4OA)